lunedì 5 novembre 2012

Risotto alla zucca e Porto

Devo essere sincera, l’arancione è il mio colore “non preferito”. Tra tutti è proprio l’ultimo che sceglierei, non comprerei mai un ombrello arancione, non pitturerei mai una parete di arancione, non ho nemmeno un capo d’abbigliamento arancione; eppure in cucina colora dei cibi che adoro, la zucca, la carota, l’arancia, il mandarino, il melone, il peperone… Perciò nei miei piatti l’arancione è presente, eccome!

Un amico ci ha regalato questa bellissima zucca del suo orto, e la sera di Halloween l’abbiamo intagliata per riempirla con la nostra cena.

Ho preso questa ricetta da un libricino di Sale & Pepe, “Zucca, la regina dell’orto”, modificandola qua e là. Ho usato la cipolla rossa al posto dello scalogno, anche se, come dice Cracco, fa più figo usare lo scalogno, e ho ridotto la zucca in pezzettini piccolissimi, in modo che si disfacesse completamente.

Lista della spesa per 2 persone:

  • 200 gr riso Carnaroli o Roma
  • 200 gr polpa di zucca
  • 1 cipolla rossa piccola, o mezza grande
  • 1 bicchiere di Porto ruby
  • 100 ml latte
  • 1 litro brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • burro
  • grana
  • sale
  • pepe
  • semi di zucca

Prendi una zucca piccolina, taglia la calotta e rimuovi i semini e i filamenti con l’aiuto di un cucchiaio. Raccogli la polpa con uno scavino e mettila da parte.

Prepara 1 litro circa di brodo vegetale.

Soffriggi la cipolla tritata in una capiente padella con l’olio extravergine di oliva. Unisci la zucca e il latte, sale e pepe, quindi cuoci con il coperchio a fiamma dolce per circa 7 minuti. A questo punto la zucca si sarà completamente disfatta, aggiungi il riso e lascialo tostare un paio di minuti. Versa il Porto, alza il fuoco e fallo evaporare. Bagna con due mestoli di brodo bollente e porta il risotto a cottura su fuoco vivo unendo mano a mano poco brodo alla volta.

Quando il riso è cotto (a me piace al dente), mantecalo con una noce di burro e del grana grattugiato.

Servilo all’interno della zucca che hai svuotato, cospargendo la superficie con dei semi di zucca per un po’ di contrasto di colori e consistenze.

Con questa ricetta partecipo al contest di Essenza in cucina e My taste for food Colors & Food di Novembre, Bright Orange:

10 commenti:

  1. Un risotto molto buono presentato in maniera perfetta. Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Cara Bucci...adoro l'autunno proprio per questi suoi colori caldi...il risotto è delizioso...nei prossimi giorni ne devo pubblicare uno simile ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me una consolazione che non mi faccia rimpiangere troppo l'estate sono proprio i prodotti che ci offre l'autunno...
      Grazie cara!! Aspetto il tuo allora!! Un bacio :)

      Elimina
  3. bella l'idea del porto per sfumare il riso, molto indovinata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Sono d'accordo, mi è piaciuto molto! E poi ha colorato il risotto, come si vede dalle immagini, è venuto di un bell'arancione intenso!

      Elimina
  4. Bucci!! ma lo sai che ho sempre desiderato preparare una zucca così, tipo contenitore da portare in tavola, facendo sfoggio della mia fantasia e abilità e poi invece...già devo stare attenta a non farmela sfuggire di mano quando la lavoro col coltello...
    Per quanto riguarda l'arancione, c'è stato un periodo in cui lo adoravo, avevo persino il tappeto della sala e i copri divano arancioni...Adesso invece sono nel mio perido blu-azzurro, decisamene più riposante ;)
    un abbraccio e a presto,Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!! In effetti la zucca è davvero difficile da gestire, la buccia è molto dura e bisogna stare attenti con il coltello. Infatti questa volta ho deciso di svuotarla con lo scavino del melone proprio per evitare sia di rovinare il mio contenitore, sia di tagliarmi. E devo dire che ha funzionato molto bene.
      Un abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  5. Che bella presentazione! Anche la ricetta mi sembra buonissima, io poi, adoro la zucca. Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! Anch'io la adoro, anche se l'ho scoperta abbastanza tardi!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...