venerdì 13 gennaio 2012

Il primo MTC non si scorda mai: Tagliatelle al Barbera con ragù bianco di coniglio

Tagliatelle al Barbera con ragù bianco di coniglio
Anno nuovo, sfide nuove, e così con il 2012 anche La Cucina di Bucci fa parte di “quelli che... l’emmetichallenge”!
Felice della ricetta scelta da Ale che sancisce il mio esordio nell’MTC, perché la mia passione per la cucina è nata proprio quando ho scoperto il piacere che provavo nel mettere le mani in pasta. Niente come impastare con le mani mi rilassa di più e mi distende i nervi quando ce n’è bisogno. Ma… tirare la pasta a mano??? Aiuto, lì per lì ho pensato che non potevo farcela, mi ero fatta regalare la nonna papera apposta, dopo aver provato a tirare la pasta a mano per la prima volta! Una fatica a tirare quella sfoglia… e non c’era verso di renderla sottile come avrei voluto. Da allora non ci avevo mai più provato, fino ad oggi. D’altronde le sfide cos’altro sono, se non mettersi in gioco? Il bello, poi, è scoprire che c’è un metodo, e che quel metodo ti permette di raggiungere risultati inaspettati, e senza nemmeno faticare! Grazie Ale, ora so come tirare la sfoglia, chi si sarebbe mai sognata di riuscire ad ottenere una sfoglia così?
Pasta fresca al Barbera tirata a manoDopo aver letto l’introduzione di Ale, tutte le mie sensazioni mi portavano ad un piatto familiare, autentico, caldo, nostrano. Così nasce questa ricetta, dove il Barbera del mio Piemonte non si limita ad accompagnare le pietanze in tavola, ad esaltare i sapori sfumato in una padella, ma entra direttamente nell’impasto delle tagliatelle e va a scaldarne colori e sapori. E quale sugo meglio di un ragù di selvaggina poteva completare questo piatto casereccio? Un ragù di coniglio, in bianco, per non coprire i toni e il carattere già personale di queste tagliatelle.
Mi sono attenuta alla ricetta base di Ale, e sono andata ad adattarla in base alla mia modifica solo in un secondo momento, aggiungendo la farina in più che richiedeva l’impasto arricchito dal vino. Come farina ho scelto la semola rimacinata di grano duro perché mi era appena stata portata da mia mamma, presa in un mulino nel bellunese: ho pensato meritasse di entrare nella mia prima ricetta per l’MTC.
Lista della spesa per le tagliatelle:
  • 220 gr semola rimacinata di grano duro (più altri 40 gr circa)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 200 gr Barbera
Per il ragù:
  • mezzo coniglio (circa 700 gr)
  • 2 carote piccole
  • 1 cipolla e 1/2
  • 1 costa di sedano
  • 2 rametti di timo
  • 1 foglia alloro
  • sale
  • pepe in grani
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • pecorino stagionato
Prepara le tagliatelle:
Metti il Barbera in un pentolino e fallo ridurre fino a  metà a fuoco moderato. Ci metterà poco, pesalo di tanto in tanto per non lasciarlo evaporare troppo. Con questo procedimento si concentra il sapore del vino, riducendo la quantità di liquidi. Quando arriva ad un peso di circa 100 gr o poco meno spegni il fuoco e lascialo raffreddare completamente.
Setaccia la farina su un piano di lavoro e forma una fontana. Sguscia a parte le due uova, poi versale al centro della fontana. Sbattile con una forchetta e aggiungi il vino, poco alla volta, sempre amalgamando bene. Forma quindi una pastella molto morbida nel centro della fontana e amalgama mano a mano poca farina alla volta, cercando di non rompere il cerchio della farina. Quando hai amalgamato tutta la farina metti il composto in una ciotola e coprilo (il composto sarà ancora molto molle ed appiccicoso) e pulisci bene le mani e il piano di lavoro, rimuovendo i pezzettini di pasta secchi. Ora puoi riprendere l’impasto e iniziare a lavorarlo. Sicuramente necessiterà ancora di farina, non aggiungerla direttamente all’impasto, ma infarina il piano e lavoraci sopra la pasta, così incorporerà la farina di cui ha bisogno poco alla volta. Quando la pasta diventa liscia al tatto, morbida, elastica e non più appiccicosa, è pronta. Io in tutto ho aggiunto circa 40 gr di farina in più rispetto agli iniziali 220 gr. Lavora la pasta, ma non troppo se vuoi una pasta ruvida, e forma una palla lasciando le pieghe in basso. Riponila in una ciotola e lasciala riposare coperta per mezz’ora.
Dopo il riposo puoi iniziare a stendere la pasta, io per farlo ho cercato di seguire al meglio i consigli di Ale, a cui rimando per il resto del procedimento perché non potrei spiegarlo in modo migliore.
Una volta pronte le tue tagliatelle puoi consumarle subito, lasciarle seccare avendo cura di rigirarle ogni tanto per farle asciugare bene sia sopra che sotto, oppure congelarle.
Nidi di tagliatelle al Barbera
Prepara il brodo:
Disossa il coniglio, taglia la polpa a pezzettini e mettila da parte. Scalda un po’ di olio in una padella e fai cuocere le ossa frantumate per una decina di minuti. Nel frattempo pela e taglia una carota e una cipolla a pezzi. Rimuovi il grasso in eccesso dal fondo di cottura delle ossa e aggiungi la carota e la cipolla, un rametto di timo, una foglia di alloro, 3 grani di pepe e del sale grosso. Lascia insaporire un attimo, quindi aggiungi 1 litro di acqua. Porta ad ebollizione e lascia cuocere a fuoco basso per un’ora. Rimuovi la schiuma che si è formata in superficie e filtra il brodo con un colino.
Prepara il ragù:
Trita mezza cipolla, una carota piccola e una costa di sedano grande e mettili a soffriggere in una padella con l'olio. Quando il soffritto è cotto e morbido aggiungi il coniglio tagliato a dadini e fallo saltare per qualche minuto. Quando la carne è bianca su ogni lato sfuma con il vino bianco e lascia evaporare. Aggiungi un rametto di timo legato con lo spago, sala leggermente e procedi con la cottura a fuoco moderato aggiungendo del brodo caldo poco alla volta, fino a portare il ragù a cottura (40 minuti circa).
Completa il piatto:
Metti a scaldare il ragù in una padella e il brodo che hai avanzato in un pentolino. Cuoci le tagliatelle in abbondante acqua salata per 1 minuto se sono fresche o congelate, qualche minuto in più se sono secche. Scolale con una schiumarola e mettile direttamente nella padella del ragù. Aggiungi una mestolata di brodo, rimesta bene e ultima la cottura. Non lasciarle asciugare troppo, se necessario aggiungi più brodo.
Impiatta e servi con scagliette di pecorino stagionato.
Tagliatelle al Barbera con ragù bianco di coniglio
Questa ricetta partecipa all’MT Challenge di Gennaio di Menu Turistico e di Ale only kitchen:

67 commenti:

  1. Bucci, è favolosa. Non mi vengono in mente altri aggettivi, forse anche per colpa della ricetta che ho postato oggi, che è a base di Barbera, cacao e cacciagione e parla di quel Piemonte che se è "tuo" per intero, a me appartiene solo per un quarto- ma è un quarto che si fa sempre sentire, sulle corde dell'emozione.
    Cosa posso dirti? La ricetta è di quelle che mi piacciono, di tradizione e di grande sostanza, il post è esemplare, le foto sono fantastiche: mi sa che quelle a non dimenticare il tuo primo mtc saremmo noi, sai?
    Vado a metterti in home page e ancora grazie
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alessandra, parlo di "mio Piemonte" perché nella mia famiglia è solo mio, non ho nemmeno un quarto di origini piemontesi: da una parte sono tutti bergamaschi, dall'altra tutti veneti e l'unica piemontese di nascita e sostanza sono io.
      È un'emozione unica partecipare all'MTC, grazie ancora!

      Elimina
  2. Ecco, ho "tagliatellato" proprio ora, poi guardo qui...sarà bene che vada a nascondermi dietro la lavagna :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo, tutto quello che fai tu è sempre una meraviglia! Anzi, non vedo l'ora del tuo post!!!

      Elimina
  3. Fantastiche, devo dire che ho guardato con invidia le foto dove tiri la pasta, così sottile... grrrr! Passerò più spesso a trovarti, mi piace molto qui! :D

    RispondiElimina
  4. Beh, il tuo esordio all'MTC è di quelli col botto! Visto che con il giusto metodo si riesce ad ottenere una sfoglia come si deve!?! Mi piace molto l'abbinamento di sapori che hai scelto... brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale! Pensa che ti ho appena scritto anch'io, ringraziandoti per i tuoi utilissimi consigli!! Grazie, gran parte del merito però va a te!

      Elimina
  5. E' trandizionale ma ha un non so che di innovativo :) mi piacerebbe un sacco gustarmene almeno una forchettata, che dici si può fare? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti mando un assaggio virtuale! :)

      Elimina
  6. Complimenti! Sono bellissime!
    Lo sapevo che questo mese sarebbe stata dura....
    Buon fine settimana
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Sì, è davvero dura, ci sono delle ricette fantastiche!

      Elimina
  7. ...E io lo sapevo, che avrei dovuto fare un giro nel web PRIMA di preparare le mie tagliatelle e non dopo, e prima di pubblicare la mia idea!!! :-(
    Perché mi è venuta la stessa identica idea, anche se con un tipo di selvaggina diverso, ma giuro che non ti avevo letta prima!!!
    Però consentimi di dirtelo, solo tra noi due... L'IDEA E' GENIALE!!!! :-D
    Grandissima e... BENVENUTA ALL'MTC!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è assolutamente geniale, e il sapore che il vino dà alle tagliatelle è speciale! Grazie mille, mi piace un sacco il mondo MTC! Complimenti anche per le tue tagliatelle comunque... hanno una bellissima faccia! Baci, a presto

      Elimina
  8. ciao bucci, piacere! ero sicura di aver commentato perchè le avevo subito notate le tue tagliatelle briae il giorno stesso che stavo preparando le mie!!! siamo in 3 col vino :-))
    le tue sono elegantissime, complimenti!
    Cris
    ps: inventati qualcosa per la mia raccolta delle acciughe ok??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non mi ero accorta della tua raccolta, vado subito a dare un'occhiata, perché mi è già venuta un'idea!

      Elimina
  9. ps: è vero il primo MTC non si scorda mai....io ho iniziato proprio a gennaio dello scorso anno :-)) benvenuta e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri per il tuo primo MTC compleanno allora!! Grazie e in bocca al lupo anche a te!

      Elimina
  10. la tua sfoglia e a dir poco invisibile e perfetta bella ricetta e bel post

    RispondiElimina
  11. che bello, anche tu nell'MTC!! benvenuta in questa gabbia di matti:))
    le tue tagliatelle sono ottime, mi piace il condimento a base di carne di coniglio. L'ho rivalutato recentemente e mi piace tantissimo.
    Un abbraccio e a presto, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Vale! Mi sento già a casa infatti!!!
      Ti abbraccio anch'io

      Elimina
  12. Ciao, ero senza pc e non ho potuto rispondere ai commenti, grazie di essere passata da me, vedrai che l'MTC ti "stregherà" a poco a poco (e neanche tanto poco :-D )
    Sono molto belle, perfette oserei dire, diritte, senza sbavature mentre le mie sono un pò "gobbacciose", buona serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue erano pura arte... un altro pianeta!

      Elimina
  13. Super!!!!!!!!!!ecco la nostra vincitrice!!
    e adesso...pensa e ripensa perchè il nostro destino culinario per un mese è nelle tue mani:)))
    baci,
    Vale

    RispondiElimina
  14. Torno per congratularmi con te per la meritatissima vittoria: GRANDISSIMA BUCCI!!!!!!

    RispondiElimina
  15. PRIMO MTC E GUARDA CHE COLPACCIO!!! BRAVA! Evviva le tagliatelle bria'e, hic hic hurrà!!!
    Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W le tagliatelle bria'e e le bria'e come noi!!!

      Elimina
  16. Complimentissimi.....grande PRIMA PROVA...e adesso il divertimento continua!!!

    RispondiElimina
  17. credo proprio che non lo scorderai mai!
    complimenti vivissimi e sinceri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Eleonora... hai ragione!!

      Elimina
  18. Complimenti alla new entry e che new entry: CON IL BOTTO!! Bell'idea il Barbera e ancor di più il coniglio. Io mi ero proposta per un ragù meno strutturato del tuo ma il Barbera... oh il Barbera!!!(sospiro!!!) Complimenti Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!!! Ahhhh il Barbera!!!!

      Elimina
  19. Proprio vero! Da noi si dice "arrivar i moldre" AUGURISSIMI COMPLIMENTONI!!! E Benvenuta nel fantastico mondo del'MTC! Sei bravissima!

    besitos

    RispondiElimina
  20. Complimenti per la tua meritatissima vittoria...e adesso, cosa ci riserverai??
    Intanto goditi questo momento davvero strameritato!!
    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Loredana....... sei pronta allora per la prossima sfida?? Spero ti piaccia la mia proposta...

      Elimina
  21. Complimenti per la vittoria....e al primo tentativo!!!
    BRAVISSIMA!!!
    Non vedo l'ora di scoprire la nuova sfida che ci offrirai!
    Baci
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie milleeee! Manca poco per scoprirlo...

      Elimina
  22. Complimenti!!Una ricetta stupenda che ricordero!!!!Grazie!!

    RispondiElimina
  23. Complimentissimi per questa ricetta bellissima! La proverei subito ma in Svezia se cucini il coniglio ridchi il carcere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandro! Ma davvero?? Dovremmo provarne una versione con la renna..... Mi piace molto il tuo blog, complimenti!!

      Elimina
  24. ciao bucci!! super-super-supercomplimenti! grazie all'mtc scopro il tuo blog e adesso non ti mollo più :)
    a presto

    RispondiElimina
  25. Brava, brava un ottimo post, foto splendide e una ricetta equilibrata nei sapori e nei profumi, mi piace ...complimenti!
    Attendiamo con ansia la tua proposta per questo mese.... bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena! Sai che siamo omonime?? Spero ti piacerà la mia proposta... Un bacio grande!

      Elimina
  26. Buonissime le tagliatelle e bravissima tu ad interpretarle in maniera così divina
    Complimenti per la vittoria e adesso a te la scelta per la prossima sfida, chissà ........... non mi resta che aspettare
    Salutoni
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Manu!! Manca poco e si saprà la mia scelta....

      Elimina
  27. Ma che meraviglia questa ricetta! Da buona piemontese mi piacciono un sacco queste tue tagliatelle! Complimenti per tutto anche per questo carinissimo blog che non conoscevo! Ciao! Any

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anastasia! Anche tu piemontese!!! Di dove?

      Elimina
    2. Sono nata ed abito a Torino, ma sono d'origine partenopea ^___^! E tu?

      Elimina
    3. Io sono del Lago Maggiore, in provincia di Novara! Ma anche io ho origini esterne al Piemonte!! Che bella Torino, ci ho vissuto per 5 anni durante i miei studi universitari e ci ho lasciato il cuore perché credo sia una città meravigliosa.

      Elimina
  28. Ciao Bucci, mi presento sono Giulia, una new entry MT, complimenti è un bellissimo piatto e so già che non resisterò alla tentazione di rifare le tue tagliatelle briae...pensi vada bene anche il montepulciano?
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, piacere di conoscerti, siamo entrambe novelline allora!
      Certo, il Montepulciano va benissimo, l'importante è che sia un vino ben strutturato e soprattutto di buona qualità! Un bacio, Bucci

      Elimina
  29. Sono proprio contenta che tu abbia vinto, tanto entusiasmo, bravura e semplicità andava premiata, aspetto la tua proposta :-)

    RispondiElimina
  30. Bravissimaaa!!!!!!
    già salvato da fare al più presto!
    La barbera è una mia passione.
    Grazie
    Vitto

    RispondiElimina
  31. Complimentissimi per la vittoria :)
    Anche io new entry, ma certo non ai tuoi livelli!
    E vedrai che non lo scordi davvero questo primo MTC!!!
    E' stato un piacere conoscerti, che poi credo sia l'opportunità più bella che ci dà l'MTC.
    A presto :)
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ele!! E invece le tue tagliatelle non erano niente male!! Quello che ha detto Ale è vero... possono vincere tutti l'MTC e io ne sono la prova, perché siamo sinceri, io non sono certo migliore di altri e nemmeno le mie tagliatelle lo erano... Ma l'MTC è magico per questo! Vincono i sentimenti, le belle sensazioni e come dici tu la cosa più bella che ci regala è l'opportunità di conoscerci!

      Elimina
  32. complimenti vivissimi. quando avrò la tua manualità, se mai l'avrò, le farò di certo..nel frattempo ho passato la ricetta a mia madre! Ciaoooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, ti assicuro... nemmeno io avevo la manualità! Era solo la seconda volta che provavo a tirare la pasta a mano... e la prima è stata un mezzo fiasco. Come ho già detto il merito è stato tutto di Ale e di come ha spiegato bene il giusto metodo per tirare la sfoglia! Prova insieme a tua mamma! Baciooo!

      Elimina
  33. Grazie a tuttiiiiiii!!!!! Mi fate emozionare, davvero!

    RispondiElimina
  34. complimentissimi..ho letto solo ora il post che dichiara il vincitore e mi fa piacere che sia tu....davvero ....adesso aspetto domani per sapere quale sfida lancerai...ciaoooo mi sono unita al tuo blog...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosaria!! Mancano poche ore per scoprire la mia proposta....... Spero ti piaccia! Un bacio

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...